Napoli, il primo grande colpo lì davanti è praticamente fatto.
Lozano al Napoli con 42 milioni al Psv, ma che gli azzurri potranno pagare in più tranche, e da 4 milioni e mezzo a stagione che andranno all'attaccante che firmerà un quinquennale. Decisivo il vertice di ieri a Napoli tra il presidente De Laurentiis, Guintoli e Chiavelli, rispettivamente uomo di mercato e uomo dei conti azzurri insieme al procuratore Mino Raiola, in qui è stato superato l'ultimo scoglio, quello più complicato, relativo ai diritti di immagine. Restano da sistemare solo alcuni dettagli. In più le indiscrezioni provenienti da Eindoven di un trauma contusivo per l'esterno messicano ma, in mancanza di comunicato del Psv, l'infortunio non è così grave da mettere a rischio l'operazione. Saltato sul più bello l'affare Pepè, con il blitz del 25 luglio scorso a Dimaro dei suoi procuratori e successiva intrusione dell'Arsenale nella trattativa, ecco adesso Lozano per rinforzate l'attacco e consegnare una nuova pedina ad Ancelotti.
Ma per gli azzurri non finisce qui, il Napoli è infatti cerca di un altro rinforzo là davanti, la situazione James è sempre in fase di stallo ma attenzione, visto che l'Atletico Madrid sta virando forte su Rodrigo del Valencia il Napoli a questo punto diventa l'unico interlocutore del Real Madrid per il colombiano Tra le altre varie occasioni che Giuntoli sta valutando sta prendendo sempre più quota la pista che porta a Llorente, con il centravanti svincolato dal Tottenham, contatti con il procuratore avviati già da qualche settimana, lo spagnolo arriverebbe a costo zero, l'unico scoglio sarebbe solamente l'ingaggio del giocatore, compreso tra i 2 milioni e mezzo e i tre milioni all'anno.

Juve, Dal pullman della Juventus tra qualche giorno potranno non scendere almeno altri cinque giocatori dell'attuale Rosa bianconera come detto chiaramente da Sarri in conferenza in seguito amichevole contro l'Atlético Madrid come aveva già fatto capire la dirigenza bianconera cercando di piazzare più di un giocatore sul mercato inglese nei giorni scorsi.
Ora però che il mercato d'oltremanica è chiuso in entrata servono idee nuove. Inalterato il numero degli esuberi, sei, al massimo possono cambiare i nomi ma non cambia però il nodo più complicato da sciogliere ovvero quello che riguarda il futuro di Dybala che dopo i no Manchester United Tottenham ha giocato solo uno spezzone di partita contro l'atlético Madrid.
Il 10 Ha trascorso qualche giorno a Montecarlo parlando a lungo con il suo agente, adesso sembra aprire alla possibilità Paris saint-germain. Gli ostacoli sempre i soliti; diritti di immagine, ingaggio, durata del contratto, ma questa volta sembra almeno disposto a trattare soluzione ideale anche per la Juventus che potrebbe incassare denaro Cash almeno 60 milioni di euro evitando di dover essere obbligata a prendere in considerazione. L'ultima spiaggia, lo scambio con l'Inter tra dybala e Icardi.
Ipotesi che piacerebbe ai giocatori ma non alle due società. In uscita tra gli attaccanti anche Mandzukic e Higuain. Cambiano i nomi dei possibili partenti a centrocampo Khedira convinto Sarri che resterà nonostante gli estimatori in Francia e forse Emre Can che porterebbe in dote una ricca plusvalenza. Altro nome sulla lista cessioni quello di Daniele Rugani, che è diretto verso la Roma. La formula potrebbe essere quella del prestito oneroso 5 milioni con obbligo di riscatto a 25 per Rugani per un quadriennale da 3 milioni a stagione. Questo pomeriggio all'allianz Stadium la presentazione di Danilo, arrivato a Torino nello scambio con il City tra lui e Cancelo. Il brasiliano ha già giocato uno spezzone di partita contro Atletico Madrid ed oggi si presenterà ufficialmente alla stampa. Dopo due giorni e mezzo di riposo La squadra si ritroverà alla Continassa per riprendere gli allenamenti domani a Villar Perosa co La Tradizionale amichevole in famiglia tra Juve A Juve B e infine sabato 17 ultimo testi in casa della Triestina a una settimana esatta dall'esordio in campionato contro il Parma.

Inter, Tra le pieghe di un mercato che ogni giorno ha bisogno di suggestioni per autoalimentarsi, e non si accontenta più delle operazioni che vanno in porto, anche lo scenario di un'Inter che si sarebbe messa a lavorare su Federico Chiesa per la prossima stagione.
Ad oggi sul ragazzo della Fiorentina vale tutto e niente, nel senso che le certezze sono davvero poche e tra queste però c'è quella che il prossimo campionato lo giocherà con la maglia della Fiorentina. Un altro elemento di certezza per cui Inter Fiorentina si stanno parlando da settimane è per il potenziale trasferimenti In nerazzurro di Biraghi, questa però è un'altra storia sul resto proviamo a fare chiarezza e a mettere dei Punti Fermi. Rispetto alla bufera americana del mese scorso con il punto più alto dello scontro tra giocatore e la società Adesso le cose vanno meglio, chi sta vicino alla Fiorentina parla di un Chiesa più sorridente e disponibile con le acque meno agitate ma in attesa di sviluppi Invece sul possibile rinnovo del contratto La società farà certamente una proposta a Chiesa alla fine di questo mercato pronta,,come si è sempre saputo, ad arrivare al raddoppio dell'ingaggio con allungamento di un anno rispetto all'attuale scadenza del 2022. Come andrà a finire? Tra le pieghe delle bocche cucite, ad oggi non sembra ci sia un grande entusiasmo per rinnovare da parte del ragazzo e del Padre Enrico che lo rappresenta. La guerra di mercato tra Marotta e Paratici è vero, stuzzica i cronisti ma è anche vero che a fine primavera le parti si sono incrociate a distanza proprio su Chiesa ed è successo quando l'Inter aveva pareggiato l'offerta bianconera da 6 milioni a stagione salvo poi farsi da parte e per seguire altre strategie con la ricerca del doppio centravanti. Conte ha in testa un modulo che per adesso che prevede poco e niente l'utilizzo di attaccanti esterni, Perisic ne è un esempio. Ad oggi parlare di manovre su Chiesa per il 2020 è certamente un bell' azzardo. Ultim'ora: Aspetto ancora fino all’inizio della prossima settimana, poi vado alla Roma“. E’ a grandi linee il messaggio di Mauro Icardi alla Juventus. Il ratto-sfregio del suo amato numero 9, ormai in vendita con l’effige di Romelu Lukaku – che sta andando letteralmente a ruba – ha lasciato il segno. Adesso Maurito si è deciso a cambiare aria e vorrebbe farlo velocemente, stanco di aspettare e di vivere ai margini della squadra. Il suo primo ultimatum – originariamente fissato per il 10 agosto – non ha prodotto alcun risultato perché il mercato della Juventus, dopo la sconfitta sul fronte Lukaku, si è incartato sulle cessioni. L’argentino però vuole trovare al più presto una sistemazione: aspetterà ancora qualche giorno, poi è pronto a dire il suo sì alla Roma. E’ l’esito dell’incontro andato in scena nella Capitale tra l’agente Fifa Giuffrida, che sta assistendo Wanda Nara in questo momento delicato, con la dirigenza giallorossa a cui per la prima volta ha portato il gradimento del giocatore. Anche alla proposta di ingaggio formulata da Pallottada 7,5 milioni più bonus a stagione. Su Icardi pure il Napoli sta tentando il contropiede sulla Juventus: De Laurentiiscontinua il suo pressing su Wanda e ha messo sul tavolo 60 milioni per l’Inter. Lo sponsortecnico del giocatore, lo stesso della Roma, tuttavia spinge per la Capitale. E del resto la famiglia Icardi preferirebbe Roma. L’Inter accetterebbe di buon grado questa soluzione che eviterebbe di dare il centravanti alla Juve e spianerebbe la strada per Edin Dzeko. L’offerta del Ceo Fienga è infatti di 40 milioni più bonus oltre al cartellino del bosniaco e si avvicina molto alla richiesta da 70 mln del Biscione. Per tale motivo Marotta, intenzionato inizialmente ad alzare a 18 milioni la proposta per il 33enne, ha preso qualche giorno di tempo, Temporeggia aspettando di capire se Icardi alla fine si deciderà ad accettare la corte della Lupa: sarebbe un altro colpo nei confronti della Juve.   Calciomercato news 13 Agosto della page Instagram "l'angolo del tifoso", seguiteli.

Italia. La strada che riporta Luca Pellegrini al Cagliari è sempre più in discesa. Per il terzino si tratta di un prestito secco, con l’intero stipendio pagato dalla squadra cagliaritana. Ceduto Pajac al Genoa. Trovato l’accordo per la cessione di Farias al Lecce, prestito con obbligo in caso di salvezza. Sempre aperta la ricerca per affiancare una punta a Pavoletti e Joao Pedro: sempre vivo l'interesse per Defrel, oltre a Simeone, Kouamè e Ounas. Sampdoria: accordo raggiunto con il Bordeaux per Francois Kamano, classe 1996; per l’attaccante il club genovese pagherà 11 milioni più bonus. Interesse per Ramirez con me vice Ilicic.

Milan: se parte Suso il club punterebbe forte su Bruno Fernandes, giocatore reduce da una fantastica stagione allo Sporting Lisbona. Interesse del Valencia per André Silva. Interesse concreto della Spal per Parigini, attaccante del Torino. Nuovo acquisto per il Lecce: ritorno in Puglia per Andrea Rispoli, il terzino era svincolato dal Palermo. Accordo per Farias del Cagliari, però manca da convincere il giocatore. Dopo l'acquisto di Wallace dall' Hannover il probabile partente per il centrocampo è Fofana, direzione Torino. Per De Paul la squadra friulana non ci sente: 40 milioni o rimane dov’è. Capitolo Inter: Collirio è un nuovo giocatore del Sint Truiden. Perisic è ufficialmente un nuovo giocatore del Bayern Monaco: prestito da 5 milioni con diritto di riscatto a 20. Tiene sempre banco il caso Icardi, che vuole solo la Juve. Interesse anche del Napoli e Roma ma lui aspetta la squadra bianconera.. Interesse del Galatasaray per Joao Mario, l'Inter aprirebbe ad un prestito con Obbligo di riscatto a 30 Milioni. Su di lui Monaco e Bayern Leverkusen. Capitolo Juve questione spinosa quella delle cessioni: Pellegrini vicino al ritorno in Sardegna, Rugani sembra indirizzato alla Roma, Matuidi, oltre l' interesse dalla Ligue 1, PSG e Lille su tutte, sembra interessare anche al Bayern Monaco. Per Dybala si aspetta di vedere come si concluderà la vicenda Neymar, che sarà il primo tassello del giro di punte che si verrà a creare. Intanto sembrerebbe che la Juve si stia muovendo per prendere Eriksen a 0 per la prossima stagione.

ESTERO Accordo vicino tra Atletico Madrid e Valencia per il trasferimento di Rodrigo. Affare da 60 milioni. Per il dopo Rodrigo il Valencia pensa ad Andrè Silva e del Milan e Werner del Lipsia. Il Marsiglia ha rescisso il contratto al difensore Rami, a causa di una partecipazione ad un programma di Wrestling, mentre lui risultava infortunato. Inãki Williams rinnova con l'Athletico Bilbao fino al 2028; alzata la clausola a 135 milioni.

 

Prima di concludere volevo salutare una grande giornalista, conduttrice, ma soprattutto una combattente che oggi ci ha lasciati...
Ciao Nadia