DaRankings XI
Oggi voglio proporre la mia top XI.
Non ho scelto i giocatori più forti del mondo, non ho tenuto conto del fattore età, non ho valutato nemmeno i relativi valori di mercato, questa squadra, di un prezzo elevatissimo, non è realizzabile economicamente, è una squadra di fantasia. Questi sono semplicemente i giocatori che, ad oggi, vorrei nella mia squadra se fossi allenatore. Sono i miei preferiti, si legano al mio concetto di calcio, poi è naturale che molti di loro siano anche i più "forti".

Regola 1
Non sono ammessi calciatori del Milan, sarei troppo influenzato dal mio cuore.

Regola 2
Il mio modulo preferito è il 4-3-3, eppure reputo il trequartista come forse il ruolo più importante nel mio modulo e, come ben sapete, il 4-3-3 non ha alcun trequartista. Allora ho sempre immaginato un 4-3-3 con "falso nueve", questo è il titolo che gli si avvicina di più, ma il ruolo richiesto dal Me allenatore sarebbe un qualcosa di simile al falso nueve, non di analogo. Vi verrà spiegato in seguito. Quindi si utilizzerà questo 4-3-3 particolare.

Regola 3
Da ora, a spiegarvi la "top XI di Damiano Fallerini" ci sarà il mister. Via alla presentazione di Damiano Fallerini che vi illustrerà la sua squadra ideale. Non chiedetemi (esempio) "eh ma se hai messo Ibrahimović significa che lo preferisci a Cristiano Ronaldo perchè quello non lo hai messo". Non è quello il senso di questa formazione.

PRESENTAZIONE
Buongiorno, buongiorno a tutti! Nel mio 4-3-3 troveremo, oltre ai quattro difensori classici, un centrocampo composto da due mezzali ed un vertice basso di fronte la difesa, davanti il "falso diez", ma, essendo la mia formazione di idee italiane, lo chiamerò "falso dieci". Ovviamente questo centrale d'attacco viene accompagnato da due esterni. Domande?
Offensivamente? Offensivamente la squadra ha dei dettami di calcio ben definiti con diverse alternative, tra poco vi illustrerò i compiti di ogni calciatore, uno per uno.
Difensivamente? Difensivamente mi è difficile da spiegare dato che la squadra si comporta diversamente a seconda delle caratteristiche dell'avversario.
Possesso palla? Sì, ma l'azione deve portare ad una conclusione, non ad un giro-palla lungo e lungo.
Aggressività e pressing? Probabilmente non tutta la squadra sarebbe sollecitata al pressing, sono più dei compiti posti individualmente. Aggressività... sì, sì.
Simmetria? In partenza sì, assolutamente, poi sviluppandosi l'azione dovrebbe accadere che la squadra carichi uomini più su una fascia, anche in modo da ottenere più spazi sull'altra.
Cross? Anche, ma l'azione è rapida è perdipiù palla a terra.
Costruzione dal basso? Sì, la utilizzo.
Il requisito più importante? Una squadra con molta qualità, dei grandi passatori, il mio desiderio è questo.
Teoria? Sì, tutto quello che scrivo è solo teoria, magari non riuscirei ad applicarlo in campo, quindi questa presentazione ha poco significato.
(4-3-3/4-3-1-2)

PORTIERE - MANUEL NEUER
Non vorrei spenderci molte parole. Ho semplicemente preso il migliore in quel ruolo. Sarei patetico a dirvi che mi è utile per le uscite fuori dai pali, i rinvii o altre caratteristiche. Non so se esistono davvero portieri funzionali, o anzi, sì, ma solo tenendo presente la costruzione dal basso, che poi io utilizzo. Lui ne è capace. Se devo scegliere un portiere prendo Neuer, in qualsiasi circostanza, lo ammetto.

LIBERO - SERGIO RAMOS
Anche questa è una scelta assai scontata, vi giuro che la formazione non sarà tutta così. Lui è il capitano della squadra, comanda tutto dietro. Anche qui non voglio spendere troppe parole, non servirebbe spiegarvi perchè lo abbia preso.

STOPPER - MATTHIJS DE LIGT
Ci vuole qualcuno solido, che chiuda gli spazi e che marchi a uomo, uno stopper vero. Lo scrivo tranquillamente: in questi primi tre ruoli poco mi importano i protagonisti, mi basta che questi tre difensori non passino la palla all'avversario. Poco mi importa quello che fanno, basta che sappiano, appunto, difendere, infatti non c'è nulla di speciale dietro queste tre scelte ma è certo che io preferirei due difensori differenti: uno stopper ed un libero. D'ora in poi le scelte saranno ragionate.

TERZINO DESTRO - JOSHUA KIMMICH
Un terzino che sempre mi è piaciuto moltissimo, come pochi era Philipp Lahm. Il terzino della mia squadra deve saper difendere contro i diretti avversari, i fase di possesso muoversi defilato sulla fascia. Non voglio un terzino pericoloso in campo aperto per la sua rapidità o che segni molti gol. Serve qualcuno che sappia difendere e riuscire nel giro palla. L' erede di Lahm è... Kimmich. Va bene, avete ragione, sto scegliendo i più forti ma questa volta la scelta è ragionata, necessitavo di un buon difendente che fosse funzionale al mio gioco. Stavolta non è colpa mia se Kimmich che ha queste caratteristiche è forse il più forte al mondo. Comunque sì, lo risposterei nella sua posizione originaria: terzino.

TERZINO SINISTRO - NICOLAS TAGLIAFICO
Mi serve un terzino con caratteristiche simili a quello di destra. In effetti però è piuttosto differente da Kimmich, eppure ha dei requisiti soddisfacenti, come ho già specificato: difende e sa far girare la sfera. Mettiamo a sinistra Nicolas Tagliafico, che mi garantisce equilibrio in fase di possesso.

MEDIANO - SERGIO BUSQUETS
Non ho dubbi, può avere anche 40 anni ma lo prendo. Mi serve un calciatore intelligente lì, un cervello ed un motore. Un calciatore geniale, in fase di copertura anche, ma con la saggezza più che con i mezzi fisici che possiede è una costante. Voglio un calciatore che sappia far funzionare la squadra, lui mette in moto la giostra ed è la mente della mia top XI. Voglio un vertice basso come Sergio Busquets.

MEZZALA - SERGEJ MILINKOVIĆ SAVIĆ
Mi serve un calciatore alto, perchè qualche saltatore in area di rigore mi è d'obbligo. Non deve saper difendere come requisito di massima importanza. Ammetto di non essere uno dei suoi massimi estimatori, non che lo disprezzi, ma in questa squadra mi serve un calciatore di quel tipo: alto, pericoloso da fuori area ed importante nel possesso.

MEZZALA - PHIL FODEN
Dall'altra parte mi voglio sbilanciare con un calciatore molto offensivo, la mia formazione deve essere ad incastro e ben bilanciata per il principio attacco difesa. Voglio qualcuno che porti palla, fenomenale nel dribbling e giovane, perchè deve fare molti errori, serve qualcuno incosciente che si prenda dei rischi sconsiderati. Prendo un trequartista di Guardiola per sbilanciare tutte le mie teorie e me lo porto come mezzala. Mi deve garantire dribbling e pericolosità offensiva.

FALSO DIECI - ISCO
Chiamatelo come volete questo ruolo. Ve lo spiego: la formazione diventa 4-3-1-2 o 4-3-3 a seconda di lui. Gli esterni partono larghi ed Isco centrale, di certo qualcuno uscirà a marcarlo se le mezzali si riversano davanti in fase di possesso. Lui si abbassa? Gli esterni partiti larghissimi, come li voglio io, convergono verso il centro in un percorso diagnola, vanno a stringersi verso il centro dell'area nello spazio rimasto dietro di Isco. Oppure lui si abbassa ancora e si allinea con le mezzali, che magari poi si inseriscono a loro volta. Lui deve distrarre gli avversari, è un diversivo. È utilissimo in fase di rifinitura. Quando i terzini si alzano, senza sbilanciarsi troppo però, lui danza intorno al limite dell' area, si fa trovare pronto e, se lo mancano a uomo fisso abbiamo un mondo di compagni intorno. Se si abbassa troppo e gli avversari lo sottovalutano, lui entra dentro l'area e si ignorano gli schemi, allora fa quello che vuole. È il centro della squadra, lui cuce per gli altri e tutto è cucito intorno a lui. Certo che oltre a parlarne bisognerebbe metterlo in pratica questo falso dieci che parte da seconda punta e poi modifica queste variazioni.

ATTACCANTE N.1 - CRISTIANO RONALDO
Statico non lo voglio, lo dico subito. Sarà in mezzo alle critiche ma volevo un giocatore "vecchio" davanti. Mi serve per i colpi di testa e per l'esperienza, ma deve muoversi a dovere, come gli viene chiesto. Ho scritto Cristiano ma mi basta un calciatore in grado di fare centravanti ed esterno e che sappia segnare molto di testa. Allora ho scritto Cristiano, così... come se stessimo parlando di un calciatore qualsiasi. È sempre lui... io mica lo disprezzo.

ATTACCANTE N.2 - SADIO MANÈ
Voglio una scheggia matta. Non mi interessa se lui giochi a destra o a sinistra. Mi basta che si infili e che faccia confusione nella difesa avversaria. Non devono capire niente. Mi serve uno che corra, inciampa, che dribbli e che si rialzi. Mi serve Sadio Manè perchè quasi nessuno sa accompagnare l'azione senza palla come lui, in una squadra dove tutti sono grandi palleggiatori. È una goccia che cade continuamente sui capi dei difensori avversari, non te ne liberi mai.

FORMAZIONE FINALE
Neuer
Kimmich, Ramos, De Ligt, Tagliafico
Milinković, Busquets, Foden
Isco
Ronaldo, Manè

La squadra è completa. Bilanciata difensivamente, pericolosa con la palla a terra, sui palloni aerei, sui palloni sporchi, qualità, quantità, le mie geometrie. C'è tutto ma bisognerebbe metterla in moto.
Ma certo che Busquets capirebbe tutto...

 

Damiano Fallerini